Calciomercato Milan: a giugno investimenti pesanti, chi arriva

Calciomercato Milan: a giugno investimenti pesanti, chi arriva. Chi si attendeva un mercato di riparazione corposo da parte del Milan è rimasto molto deluso. La squadra ha palesato più di una lacuna ma la società non ha ritenuto intervenire nella finestra di gennaio non dando a Pioli qualche alternativa in più.

Soprattutto se si pensa al reparto difensivo, il tecnico rossonero è alle prese coi soliti problemi: Kjaer out fino a fine anno, Tomori spesso in infermeria, quindi Romagnoli e Gabbia gli unici più o meno affidabili. Una squadra che punta allo scudetto e alla qualificazione in Champions non può non avere titolari e riserve di alto livello.

Maldini ha fatto tentativi per portare a Milano Botman e Renato Sanches già da gennaio ma non si è trovato l’accordo con giocatori e club di appartenenza per cui è tutto sfumato, o meglio, rimandato a giugno.

Il Milan, infatti, dovrà necessariamente inserire pedine nuove almeno in difesa e a centrocampo. Botman, olandese classe 2000, è un prospetto interessantissimo già all’attenzione di molti club europei.

Il cartellino si aggira sui 30 milioni e difficilmente il Lille farà sconti. Assicurarsi il gigante olandese (altezza 1,95) è una mossa obbligata proprio alla luce delle condizioni fisiche degli altri centrali.

Non solo difesa sul taccuino della dirigenza rossonera perchè è importante rafforzare anche la linea mediana attualmente impreziosita dai soli Tonali e Bennacer. Kessie, Krunic e Bakayoko sono destinati a lasciare Milano a giugno, motivo per il quale aggiungere un giocatore di qualità è prioritario.

Reanto Sanches è il profilo ideale: giovane ma esperto, fisicamente a posto, qualità tecniche compatibili con la filosofia di gioco di Pioli. Anche il portoghese gioca nel Lille e ciò favorirebbe un discorso unico fra Milan e francesi nell’ottica della futura acquisizione di Botman e di Sanches appunto.

Il portoghese ha il medesimo costo del centrale olandese e Maldini, per far quadrare il bilancio, taglierebbe pedine fuori dal progetto con ingaggi elevati (Ibrahimovic, Kessie) per far posto ai nuovi arrivi.

La dirigenza rossonera, comunque, si è assicurata il giovanissimo attaccante Lazetic (da poco diciottenne) ritenuto dagli esperti uno degli attaccanti più promettenti, una prima punta forte fisicamente e di indubbia qualità tecnica.

In estate, dunque, il Milan non perderà tempo e avrà chiari i suoi obiettivi. La rosa attuale è buona ma ha bisogno di essere arricchita per arrivare finalmente a mettere le mani sullo scudetto e a tornare protagonista in Europa.

 

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*