Mercato Milan: Donnarumma la priorità, ecco la bozza del contratto

Mercato Milan: Donnarumma la priorità, ecco la bozza del contratto. La scadenza del contratto fissata a giugno 2021 sta mettendo un po’ d’ansia al Milan relativamente alla questione Donnarumma perchè il ragazzo è tra i migliori portieri europei e perchè le offerte da parte di grandi club comunque non mancano.

Raiola, manager del portiere, ha già avuto contatti con Maldini in ottica rinnovo ma non si è ancora messo nero su bianco e questo pesa sia da una parte che dall’altra. Il club, ovviamente, punta al rinnovo del giocatore fino al 2025 minimo anche se difficilmente potrà migliorare di parecchio l’offerta economica già consistente.

Donnarumma al momento percepisce 6 milioni netti a stagione, un ingaggio altissimo per le casse della società rossonera, ma è probabile che Raiola punti ad ottenere uno stipendio più alto (non meno di 8 milioni netti).

In questa ottica il Milan cercherà di far rinnovare a Donnarumma il contratto alle medesime cifre su base fissa magari aumentando i bonus una volta centrati degli obiettivi come qualificazione in Champions, passaggio di turni in Europa, scudetto e così via.

Non sarà semplice trovare un punto d’incontro fra le parti sebbene la volontà del ragazzo e quella della società coincidano. Di mezzo ci sono, come sempre, i soldi anche se questo nuovo Milan targato “Pioli&Ibra” piace non solo ai tifosi ma ai giocatori stessi che, per la prima volta dopo anni, si trovano a lottare per lo scudetto.

A vantaggio del Milan gioca la situazione attuale che non consente a nessun club di fare offerte, seppur numerose, ricchissime al giocatore. Qualche anno fa squadre come Real, Psg, United o City avrebbero potuto fare la “pazzia” di spendere 50-60 milioni per Donnarumma mettendo sul piatto contratti da 10 milioni netti a stagione, oggi queste prospettive all’orizzonte non ci sarebbero e quindi il giocatore e il Milan sono sempre più vicini.

E’ probabile, a questo punto, che fra novembre e dicembre si tengano incontri sempre più serrati che culmineranno con la firma del rinnovo. Non è escluso un “ritocchino” economico, magari passando da 6 milioni netti a 7 netti, mentre è certo che verranno inseriti bonus (ricchi) qualora il Milan centri lo scudetto o, qualificata in Champions, faccia molta strada nella massima competizione europea per club.

 

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*