Mercato Inter: il post-Lautaro è Aubameyang, Marotta chiama Londra

Mercato Inter: il post-Lautaro è Aubameyang, Marotta chiama Londra. Il pressing del Barcellona per arrivare a Lautaro Martinez non diminuisce neppure in questa fase di stallo a dimostrazione che le intenzioni dei blaugrana sono serie e, costi quel che costi, l’argentino giocherà con Messi e Suarez.

La clausola da 111 milioni di euro non spaventa il club catalano che cederà Dembele e Griezmann e si procurerà tranquillamente tutto il denaro necessario per arrivare alla punta interista, ormai ritenuto attaccante ideale per il tridente del 2021.

In tutto ciò l’Inter può fare ben poco: se un club si presenta a Milano con la cifra stabilita dalla clausola rescissoria, porta via il giocatore con buona pace dei nerazzurri che, comunque, avrebbero un bel tesoretto da investire. Per evitare il rischio di ritrovarsi senza spalla di Lukaku, Marotta avrebbe già chiesto informazione all’Arsenal circa Pierre Aubameyang, già giocatore del Milan ed esperto atleta internazionale.

I Gunners valutano Aubameyang non meno di 60 milioni di euro ma è anche vero che il contratto del gabonese scade a giugno 2021 e quindi da gennaio prossimo sarebbe libero di accordarsi con chi vuole senza che l’Arsenal metta becco e soprattutto ricavi un centesimo. Per tale motivo il club londinese deve vendere subito il giocatore senza imporre prezzi stratosferici e questo l’Inter lo sa bene.

L’operazione Aubameyang potrebbe essere un piccolo capolavoro in quanto i nerazzurri incasserebbero ben oltre 100 milioni dalla cessione di Martinez e ne spenderebbero poco più della metà per acquisire un validissimo attaccante, seppur trentunenne, il cui compito non sarebbe altro che agevolare la crescita ed inserimento in prima squadra del giovane Esposito, vero e nuovo titolare dell’attacco nerazzurro.

Marotta potrebbe chiamare Londra già in questi giorni per accordarsi con il club, magari spuntando anche un piccolo sconto, e per sentire proprio Aubameyang e le sue intenzioni. Il dirigente nerazzurro potrebbe mettere sul piatto un ricco biennale che prevederebbe 7-8 milioni di quota fissa e altri 4 o 5 milioni legati al raggiungimento di obiettivi di squadra quali qualificazione in Champions o scudetto, numero di reti o presenze.

Lukaku-Aubameyang non sarebbe una coppia d’attacco “malvagia”, anzi. L’agilità e la velocità di “Auba” si sposerebbero alla perfezione con la fisicità di Lukaku ma è la poliedricità del giocatore dell’Arsenal ad ingolosire perchè capace di giocare anche sull’esterno in un ipotetico 433.

 

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*