Mercato Milan: Ibra out, “all in” su Cavani?

Mercato Milan: Ibra out, “all in” su Cavani? Il mercato del Milan per la stagione 2020-21 sarà senza dubbio interessante. Sulla panchina ci sarà il tedesco Rangnick e in porta potrebbe non esserci Donnarumma, al centro di frequenti voci che lo vogliono ora al Psg ora in Premier League.

Il reparto che farà registrare almeno un colpo di alto livello è l’attacco, dato che Ibrahimovic non resterà in rossonero e i soli Rebic e Leao non sono sufficienti per garantire buone prestazioni per tutto l’anno prossimo. Occorre almeno un altro bomber di razza, possibilmente esperto e versatile.

In giro per il mondo ce ne sono pochi con queste caratteristiche ma un attaccante simile ad Ibra è “avvicinabile” ed è di sicuro rendimento: Edinson Cavani del Psg. La trattativa coi francesi per portare Cavani al Milan potrebbe anche non esserci, e quindi favorire i rossoneri, in quanto il “Matador” è in scadenza (2020) e ha libertà assoluta di accordarsi con chi crede senza ostacoli.

Il Psg non rinnoverà il contratto di Cavani anche perchè l’attacco è a posto dopo l’ingresso di Icardi il cui riscatto da parte del club transalpino potrebbe concretizzarsi a breve. Con Mbappè, Icardi, Neymar e Chupo-Moting i parigini possono provarsi senza problemi di Cavani che vuole tornare in Italia e gradisce la destinazione Milan.

L’uruguaiano ha 33 anni e per un biennio può essere ancora un giocatore che fa la differenza, soprattutto al Milan dove fenomeni assoluti non ve ne sono. E’ un attaccante sano e che conosce alla perfezione la Serie A avendo militato nel Palermo e nel Napoli con scores da campione.

A Rangnick piace molto il Matador che tecnicamente si sposerebbe benissimo sia con Rebic che con Leao. Il grosso problema da superare per far sì che l’operazione vada in porto è rappresentato dall’ingaggio di Cavani che a Parigi percepisce 10 milioni netti. Il Milan cercherà di avvicinarsi a quelle cifre ma la proposta più plausibile sarà quella di un biennale a 6 milioni netti con bonus consistenti in caso di qualificazione alla Champions.

Cavani non è più giovanissimo ma non ha nessuna intenzione di andare in Cina o negli States a trascorrere due o tre anni in “vacanza”. La voglia di agonismo c’è ancora e il Milan è la dimensione giusta: pressioni non esagerate, buon livello tecnico, ambizioni elevate.

I contatti fra i rossoneri e l’entourage del giocatore si intensificheranno nelle prossime settimane e non è detto che aggiornamenti significativi non arrivino entro maggio. Cavani potrebbe essere davvero il colpaccio per il 2021 e determinare l’esplosione definitiva di Rebic e Leao.

 

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*