Serie A ultime: le ipotesi più plausibili per la ripresa

Serie A ultime: le ipotesi più plausibili per la ripresa. L’unica certezza da cui partire per capire quando e come ripartirà il campionato di Serie A è data dal rinvio di Euro 2020 e, quindi, dalla possibilità di sfruttare giugno per concludere i tornei.

La sospensione del campionato si è resa necessaria ma è tempo di capire come e quando si recupereranno le giornate non disputate. Le ipotesi al vaglio sono molteplici: riprendere subito dopo Pasqua e sfruttare due settimane di aprile (poco probabile perchè molti calciatori sono risultati positivi al test Coronavirus); riavviare tutto ai primi di maggio per concludere il torneo a metà giugno; disputare playoff e playout eliminando parecchie gare.

Le strade meno percorribili, almeno stando alle parole di Gravina e di molti presidenti di club, sono la prima e la terza. Ricominciare a giocare ad aprile è un rischio grande visto che ad oggi l’emergenza non è affatto cessata, assegnare titolo e retrocessioni attraverso  mini-tornei è ritenuto poco in linea con lo spirito della competizione che premia proprio la costanza nel lungo periodo e non lo stato di forma in pochi incontri.

Ecco, allora, che si dovrebbe concretizzare la effettiva ripresa nel weekend del 2 e 3 maggio. Lo stesso Gabriele Gravina, presidente FIGC, nonchè il ministro Spadafora, ha confermato che l’idea è quella di tornare a giocare a maggio sia che lo si faccia a porte aperte o che si giochi ancora in stadi senza pubblico.

Tutto ciò comporterebbe l’organizzazione anche di turni infrasettimanali che verrebbero distribuiti fra maggio e giugno. Essendo saltato l’Europeo, tempo per risistemare il calendari ce n’è a patto, ovviamente, che la stagione 2020-2021 parta con un po’ di ritardo. Il prossimo anno potrebbe avere il suo epilogo a fine maggio con inizio Europei nella seconda metà di giugno fino ai primi di luglio.

 

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*