Calciomercato Milan: Garcia o Spalletti se salta Giampaolo, i colpi di gennaio

Calciomercato Milan: Garcia o Spalletti se salta Giampaolo, i colpi di gennaio. L’inizio di campionato deludentissimo del Milan, con sole due vittorie e ben quattro ko, non può non indure la dirigenza a serie riflessioni per quanto riguarda la guida tecnica della squadra.

Marco Giampaolo, considerato da tutti quale validissimo uomo di calcio ma evidentemente non a suo agio alla guida di un top club, sta avendo troppi passaggi a vuoto per puntare alla conferma e, così, Maldini e Boban sondano il terreno al fine di trovare subito un tecnico che risollevi le sorti dei rossoneri.

L’idea di richiamare Gattuso perde sempre più quota anche perché “Ringhio” sarebbe in orbita Genoa, squadra che con Andreazzoli sta stentando non poco.

Al momento, quindi, due sarebbero i tecnici graditi ossia Rudi Garcia e Luciano Spalletti. Il primo, già alla Roma dal 2013 al 2016, ha lasciato L’Olympique Marsiglia a maggio scorso ed è quindi disponibile così come Spalletti, esonerato dall’Inter a maggio.

Più chances sembra avere il tecnico francese. Anche a Maldini e Boban piace più Garcia di Spalletti proprio per i trascorsi nerazzurri del secondo.

Garcia è una garanzia dal punto di vista tecnico-tattico. Conosce molto bene il campionato italiano che lo ha visto arrivare secondo per ben due volte alle spalle di una Juve galattica.

L’eventuale arrivo di Garcia a Milano condizionerebbe il mercato di gennaio che vedrebbe il Milan “fiondarsi” su pupilli del transalpino come Strootman, Thauvin e Payet.

L’obiettivo dei rossoneri sarà senza dubbio quello di rinforzare la linea mediana perché Kessie, Calhanoglu e Bennacer non sembrano all’altezza e non offrono ampie garanzie di rendimento.

Non è un caso, infatti, che il nome di Strootman si farà sempre più insistente. L’olandese gradirebbe un ritorno in A ma bisogna fare i conti con il suo stipendio visto che l’ex Roma guadagna 4,5 milioni netti a stagione.

Thauvin e Payet sono altre due pedine che interessano molto. I due attaccanti esterni sarebbero perfetti per supportare Piatek che non riesce ad esprimersi al meglio visto il rendimento di Suso, Rebic e Paquetà.

L’investimento per i tre dell’Olympique sarebbe consistente ma potrebbe esser “mitigato” dalle cessioni di almeno due calciatori che farebbero incassare una trentina di milioni.

Di certo, il  Milan non può continuare su questa strada e deve cercare il modo di dare una scossa. Il mercato non sempre è la “medicina” giusta eppure a volte riesce ad aggiustare stagioni date per perse.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*