Inter, Icardi verso la clamorosa conferma? Ecco perchè

Inter, Icardi verso la clamorosa conferma? Ecco perchè. Colpo di scena in casa nerazzurra con particolare riguardo all’affaire Icardi, scaricato da allenatore e tifosi ma in questo momento più vicino alla conferma che alla cessione.

Lo strappo fra l’attaccante e il mondo nerazzurro è stato pesante, gli ultimi mesi sono stati bollenti con un continuo braccio di ferro fra giocatore e società.

L’arrivo di Conte, poi, aveva “certificato” quanto era già nell’aria ovvero che Icardi sarebbe stato messo sul mercato senza particolari rimpianti. E, infatti, così è stato fino a qualche giorno fa ma le trattative portate avanti dai dirigenti interisti per assicurarsi altri bomber stanno andando un po’ a rilento e il giorno del raduno di avvicina inesorabile.

Dzeko, in pugno fino a pochi giorni fa, sarebbe un affare al momento “congelato”. L’intromissione della Roma nell’operazione Barella ha creato tensione fra le due società e non è detto che alla fine il bosniaco arrivi davvero a Milano.

L’altro grande obiettivo interista, Lukaku, non è certo un acquisto semplice. I costi sono altissimi e solo una cessione illustre potrebbe sbloccare la situazione. Infine, c’è da aggiungere che l’ex laziale Keita non sarà riscattato dal Monaco in quanto la cifra chiesta dai monegaschi, più di 30 milioni, è ritenuta troppo elevata per imbattersi nell’investimento.

Ecco perchè Icardi sembra esser tornato di moda tenendo presente che Lautaro Martinez, impegnato in Coppa America, sarà a disposizione di Conte non prima di fine luglio.

Al nuovo tecnico interista serve una prima punta per il suo gioco e i suoi schemi che prevedono un riferimento centrale abile ad aprire spazi e a giocare di sponda.

Non è un caso, forse, che non si sente di trattative che riguardano l’argentino. Molto probabilmente nessun club vuole “rischiare” acquistando Icardi ma è anche probabile che sia proprio l’Inter a rallentare i contatti per vedere cosa succede con le operazioni in entrata.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*