Torino, si prova il colpo ad effetto! Cairo “tenta” un grandissimo

Torino, si prova il colpo ad effetto! Cairo “tenta” un grandissimo. Sono giorni particolarmente “caldi” sull’asse Torino-Roma alla luce del forte interesse dei giallorossi per il ds dei Granata Petrachi. Il patron del Torino, Cairo, non ha mandato giù il comportamento dei capitolini e dello stesso suo dirigente che hanno “amoreggiato” troppo negli ultimi tempi.

La Roma vuole fortemente Petrachi, visto che Massara andrà via dalla Capitale, e Petrachi gradisce tanto un trasferimento in giallorosso. L’unica soluzione della questione, che metterebbe tutti d’accordo, è un “risarcimento” da parte della Roma consistente in contropartite tecniche.

In realtà nella rosa giallorossa c’è un giocatore che farebbe molto comodo a Mazzarri e che non disdegnerebbe una stagione da protagonista dopo anni di alti e bassi.

E’ Javier Pastore l’oggetto del desiderio dei piemontesi su esplicita indicazione di Mazzarri che ne vorrebbe fare il Lavezzi dei tempi del Napoli quando il suo 352 andava alla perfezione.

Belotti punta centrale e Pastore libero di svariare con Berenguer o Baselli a supporto. Sarebbe un attacco di tutto rispetto e l’affare potrebbe tornare comodo a tutte le parti: la Roma si libererebbe di un giocatore ai margini dall’ingaggio altissimo, il Torino aumenterebbe la qualità della squadra partecipando al pagamento dello stipendio, Pastore vivrebbe finalmente una stagione da titolare.

Il Toro, insomma, prenderebbe Pastore in prestito corrispondendo al giocatore parte dell’ingaggio da 4 milioni netti all’anno e poi deciderebbe sul da farsi a fine 2020.

Mazzarri, che ha sfiorato l’Europa League nell’ultimo campionato, potrebbe concretamente provarci l’anno prossimo grazie ad una squadra molto tecnica ed esperta.

Cairo, che inizialmente pareva voler accettare il solo Cangiano quale contropartita per il cambio di casacca di Petrachi, ora si starebbe impuntando al fine di portare sotto la Mole Pastore.

La Roma potrebbe ricavare abbastanza da questa operazione perchè “El Flaco”, pagato quasi 25 milioni l’estate scorsa, con una buona stagione al Torino recupererebbe quotazione e sarebbe finalmente più vendibile.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*