Mughini durissimo con Wanda Nara, ecco le sue parole di fuoco!

Mughini durissimo con Wanda Nara, ecco le sue parole di fuoco! Opinionista ormai notissimo e grande tifoso juventino, Giampiero Mughini si è lasciato andare ad alcune considerazioni sul mondo Inter che stanno facendo scalpore.

Intervistato in una trasmissione di Radio 2, Mughini ha detto senza mezzi termini che l’annata sciagurata di Icardi, e il conseguente crollo della sua valutazione di mercato, ha come causa principale l’operato della sua agente-moglie Wanda Nara.

Wanda Nara? Io sono stato zitto per tutto l’anno perché lei era una mia collega di lavoro, e io naturalmente porto il massimo rispetto. Ma i fatti parlano da sé: lei ha distrutto la valutazione e la nomea di un calciatore. Ha distrutto la valutazione in denaro, che per lei e suo marito contano molto, e il risultato è sotto gli occhi di tutti: l’Inter lo vorrebbe sbolognare, e lo farà in un modo o nell’altro”. Queste le parole al “vetriolo” del giornalista alle quali certamente seguirà la replica della showgirl, peraltro “compagna di trasmissione” di Mughini.

Entrambi ospiti fissi a “Tiki Taka”, Mughini non ha mai potuto esternare così liberamente il suo pensiero per ovvie ragioni e ha deciso di farlo attraverso questa recente intervista.

Inoltre, riferendosi al nuovo assetto dirigenziale e tecnico dell’Inter, incarnato dai “rigidi” Marotta e Conte, il noto opinionista ha così rincarato la dose: “Figuriamoci se Conte e Marotta si tengono Mauro! All’Inter prima c’era Massimo Moratti, adesso ci sono loro due ed è un’altra cosa. Credo che con Conte Wanda Nara non avrebbe neppure da fare una telefonata: gli agenti non vanno in TV con un’ampia scollatura a promuovere la causa del marito, è un episodio di cronaca nera!”.

La querelle verbale andrà avanti perchè difficilmente la Nara ed Icardi non risponderanno a tono. Ormai Icardi è di fatto un peso per la squadra e Conte potrebbe davvero avallare la sua cessione qualora l’Inter avesse la certezza di mettere le mani su uno fra Dzeko e Lukaku.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*