Il Pagellone del lunedì: da 10 a 0 in 120′

Il Pagellone del lunedì: da 10 a 0 in 120′. Vince la Juve, pareggia il Napoli. Lo scudetto sembra sempre più diretto verso Torino, per l’ennesima volta, mentre è vivissima la lotta per un posto Champions dal momento che Milan, Roma ed Atalanta non mollano l’osso e sperano nella qualificazione alla coppa più prestigiosa.

Crolla la Samp in casa, risorge l’Inter a Parma. Ronaldo e Piatek sempre più bomber della Serie A, Immobile si è inceppato.

Ecco i voti e le pagelle.

10: RONALDO. Impossibile non ammirarlo. Atleta eccezionale, calciatore immenso, segna a raffica con la stessa grinta di un ragazzino. Merita vittorie prestigiose.

9: DI FRANCESCO. Non era semplice rialzarsi dopo il tracollo in Coppa Italia e altri risultati insoddisfacenti. Ora la Roma è squadra vera. Dalla polvere alle stelle.

8: PIATEK. Una macchina da gol impressionante. Il polacco non conosce crisi o cali di forma e segna con la stessa frequenza di Genova. “Robogol”.

7: BARONI. Conduce il Frosinone alla sua seconda vittoria in trasferta di fila e lo fa a Marassi con la Samp, non proprio l’ultima della classe. Se i ciociari dovessero centrare una miracolosa salvezza il merito sarebbe quasi esclusivamente del tecnico. Santone di provincia.

6: PIOLI. Contro il Napoli ha giocato senza diverse pedine titolari e non ha sfigurato. A Firenze sembra aver trovato la sua dimensione valorizzando giovani promesse. Armonia Viola.

5: SAMPDORIA. Il giocattolo si è inceppato? Sconfitta a Napoli e brutto ko interno col Frosinone. L’Europa League sfugge di mano sempre più.

4: HAMSIK. Parte, non parte. Forse parte, probabilmente resta. Il tormentone invernale in casa Napoli rischia di far male allo slovacco e alla squadra. Le valigie sono fatte, occorre salire sull’aereo. E subito.

3: DE PAUL. Gli errori dal dischetto cominciano a diventare troppi e molto pesanti. Anche a Torino il fantasista udinese sbaglia e la squadra va a casa con zero punti. Gli undici metri non fanno per lui.

2: ICARDI. Non segna da 7 partite, record negativo per l’argentino. Di questo passo sarà l’Inter a chiedere qualche soldino al suo attaccante. Crisi Maurito.

1: MERCATO CAGLIARI. E’ evidente che il mercato invernale abbia indebolito nettamente la squadra. Sau e Farias non si possono cedere così a cuor leggero. Strategia: “Tafazzi”.

0: CALENDARIO SERIE A. In campo di venerdì perchè c’è la Champions ma anche di giovedì se c’è l’Europa League. Ormai si gioca ad ogni ora di qualsiasi giorno senza pensare che a qualcuno (tifosi) possa anche non essere comodo. Purtroppo è il calcio “show-business”, o meglio più business che calcio.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*