Roma-Inter pagelle fantacalcio e voti: anteprima probabile

Roma-Inter pagelle fantacalcio e voti: anteprima probabile. Si è da poco conclusa la sfida dell’Olimpico fra Roma e Inter terminata con un pirotecnico 2-2.

La partita è stata molto divertente ed è probabile che diversi giocatori prendano buonissimi voti.

Ecco le nostre “sensazioni”.

ROMA

OLSEN: 6. Non ha colpe specifiche sui gol ma non è stata una partita perfetta.

SANTON: 6. Nè demerita nè incide sul match. La catena di destra con Florenzi ha funzionato a tratti.

MANOLAS: 5,5. Icardi gli scappa e fa l’1-2, sul campo si sente ma non è stato impeccabile.

JUAN JESUS: 5,5. Stesso discorso di Manolas, sul gol di Keita non era al suo posto.

KOLAROV: 7. Gioca una partita “matura” e segna un rigore da far tremare le gambe.

NZONZI: 6. Sufficienza risicata per il francese i cui centimetri tornano utili alla Roma ma tecnicamente spesso è da rivedere.

CRISTANTE: 6,5. Nel nuovo ruolo di mediano offre finalmente una prestazione più che soddisfacente senza sbavature clamorose.

UNDER: 7. Si accende a tratti ma il gol del pareggio è un mezzo capolavoro.

ZANIOLO: 6,5. Giovanissimo eppure con una personalità e un fisico da grande. Tanti spunti e un rigore negato.

FLORENZI: 6,5. Il solito “motorino” tutto qualità e quantità. Centra anche un palo.

SCHICK: 6. Piano piano sta entrando negli schemi e nel cuore dei tifosi. Tecnicamente è di altissimo livello come attesta il tacco strepitoso a liberare il tiro di Florenzi poi finito sul palo.

KLUIVERT: 5,5. Non entra in partita benissimo ma fa comunque il suo.

PEROTTI e PASTORE: s.v.

INTER

HANDANOVIC: 6. Attento ed efficace, i gol non sono responsabilità sua.

D’AMBROSIO: 6,5. Sforna ottimi cross tra cui quello per il gol di Keita.

DE VRIJ: 6,5. Muro quasi invalicabile ed infatti la Roma segna su rigore e su prodezza balistica dalla distanza.

SKRINIAR: 6. Un filo meno incisivo del compagno di reparto. Comunque non demerita.

ASAMOAH: 5,5. La Roma ha ali difficili da contenere, il ghanese ci prova ma alla fine non è lui ad avere la meglio.

BROZOVIC: 5,5. Partita più che onesta per il croato con qualche assist di classe ma il fallo di braccio che porta al rigore di Kolarov è abbastanza grave.

BORJA VALERO: 5,5. Gioca come sa, ossia in punta di fioretto e con qualità, eppure alla fine non incide come dovrebbe.

JOAO MARIO: 6,5. Il portoghese è piaciuto per dinamicità e per aver reso la manovra interista spesso più fluida.

KEITA: 6,5. Bello il gol ma nell’economia della gara il suo apporto non è così “pesante”.

ICARDI: 7. Ennesimo gol per Maurito, stacco imperioso su corner ma anche tanto altro.

VECINO E MARTINEZ: s.v.

POLITANO: 5,5. Non gli capitano occasioni per mettersi in luce ma nemmeno se le cerca con determinazione.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*