Calciomercato Juventus: Bonucci al Milan, De Sciglio e Romagnoli a Torino

Calciomercato Juventus: Bonucci al Milan, De Sciglio e Romagnoli a Torino. Le voci di calciomercato di ieri si sono quasi interamente soffermate sulla “bomba” giornalistica che vorrebbe Leonardo Bonucci molto vicino al Milan.

Il club rossonero, ancora affamato di colpi ad effetto dopo una campagna acquisti faraonica, è alla ricerca di un giocatore di grande esperienza, che ha vinto tanto e che in difesa faccia davvero la differenza visto che in Italia il reparto che porta agli scudetti è proprio quello arretrato.

L’identikit è quello di un giocatore come Bonucci: maturo ed esperto ma non “vecchio”, tecnicamente molto valido (cosa che a Montella piace tanto) e voglioso di immergersi in un’altra esperienza professionale dopo tanti anni alla Juve e tanti successi.

La possibilità che Bonucci sia effettivamente sul mercato è data da tanti piccoli indizi: Marotta ha riscattato Benatia che ha lo stesso ruolo del centrale italiano, piace Manolas che non a caso ha rifiutato lo Zenit e poi ci sono delle voci di corridoio che narrerebbero di una grave frattura creatasi nello spogliatoio a seguito della finale di Champions persa col Real.

Dani Alves sarebbe stato fatto partire con direzione Parigi proprio per le tensioni post-Cardiff e non è escluso che qualcosa sia successa anche con Bonucci il quale non ha smentito l’interesse del Milan.

Anche la Juventus non ha smentito e, a questo punto, sembrerebbe non mal disposta alla cessione. La valutazione del centrale è di circa 45 milioni, milione più milione meno, ma i bianconeri sarebbero disposti ad accettare contropartite tecniche visto che ad Allegri piacciono Romagnoli e De Sciglio.

L’affare potrebbe chiudersi con il passaggio in bianconero dei due difensori milanisti più conguaglio che si aggirerebbe intorno ai 10 milioni di euro.

A Bonucci verrebbe offerto un contratto da favola: quasi 7 milioni netti per i prossimi 4 anni e la certezza di un Milan sempre più competitivo.

Attualmente il centrale difensivo della Nazionale guadagna 5 milioni netti più bonus e quindi incrementerebbe quasi del 50% i suoi introiti anche se, in questo caso, non sono solo i soldi a determinare la decisione di dire addio alla Juve ma la ricerca di stimoli nuovi.

Oltretutto, Bonucci aveva già ricevuto in passato offerte da capogiro ma le aveva sempre declinate per non allontanarsi dalla famiglia. L’anno scorso fu il Chelsea a tentarlo proponendo un accordo da 8 milioni netti a stagione tanto che la Juve fu costretta ad aumentare l’ingaggio del difensore da 3,5 milioni netti a 5 netti.

Ora il Milan prova il colpo a sorpresa avendo, comunque, capito che spiragli per la cessione ci sono. Nei prossimi giorni si dovrebbe tenere un summit con Marotta e Paratici da un lato e Mirabelli e Fassone dall’altro per capire se l’intesa può esser raggiunta.

Entrambi i club hanno interesse all’affare: la Juve vuole iniziare il suo progetto di svecchiamento della rosa dopo tante vittorie, il Milan ha invece bisogno di giocatori esperti per ricominciare a vincere qualcosa dopo troppi anni di digiuno.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*