Calciomercato Milan: Borini-Calhanoglu-Kalinic, attacco rinnovato

Calciomercato Milan: Borini-Calhanoglu-Kalinic, attacco rinnovato. E’ un Milan che non si fa distrarre dall’affaire Donnarumma e che piazza colpi su colpi sul mercato assicurando a Montella una squadra più che competitiva per la stagione prossima.

Dopo Kessie, Andrè Silva, Rodriguez e Musacchio, Mirabelli sta per mettere a referto altri acquisti e tutti nel reparto avanzato preludendo, così, alla partenza di almeno tre pedine. Inutile dire che il riferimento è a Bacca, Lapadula e Deulofeu la cui esperienza milanista è giunta al capolinea dopo alti e bassi.

Bacca non rientra più negli schemi di Montella ormai da tempo, Lapadula non ha la stoffa per caricarsi sule spalle l’attacco rossonero e Deulofeu è tra il Barcellona e la Roma che hanno manifestato concreto interesse.

La dirigenza del Milan, quindi, non si è persa d’animo e sta imbastendo una serie di trattative per portare a Milanello tre attaccanti dalle caratteristiche differenti e compatibili con il confermato Suso ed il nuovo arrivato Andrè Silva.

La “bomba” giornalistica di giornata è l’accordo fatto con il Sunderland per Fabio Borini, già alla Roma qualche anno fa e poi accasatosi in Premier. Borini arriva a Milano con la formula del prestito con obbligo di riscatto nel 2018 fissato a 6 milioni.

La punta italiana, abile ad agire sia sugli esterni che centralmente, era sul taccuino della Lazio che, però, si è vista bruciare dal Milan nelle ultimissime ore. Montella voleva un giocatore che sapesse coniugare velocità e tecnica nella fase offensiva e Borini ha le caratteristiche giuste anche se, sulla carta, non parte titolare ma dovrebbe essere alle spalle di Suso e Calhanoglu, altro attaccante in entrata. Suso, comunque, è appetito da molti club, fra cui la Roma, e potrebbe lasciare il Milan per giocarsi le sue carte con continuità.

Il turco, con passaporto anche tedesco, è il trequartista ideale per il nuovo Milan e per servire Andrè Silva in profondità. La trattativa con il Bayer Leverkusen è ben avviata e la distanza fra i due club non è ampia: il Milan offre 20 milioni più bonus a fronte della richiesta iniziale dei tedeschi di 30 milioni. A 25 è più che probabile la cessione del giocatore con buona pace di tutti e Calhanoglu firmerebbe un contratto quadriennale a circa 3 milioni netti a stagione.

Il trequartista del Bayer è il tassello giusto per consentire a Montella un cambio di modulo che potrebbe risultare più congeniale in ottica campionato, ossia il 4-3-1-2, e permettere anche l’utilizzo di due punte di peso. Andrè Silva sarà il titolare ma si fa strada l’idea di affiancargli un centravanti più esperto come Kalinic che avrebbe già dato il suo assenso al trasferimento dopo due stagioni alla Fiorentina.

Segnali positivi in tal senso giungono dalla stessa società Viola che è sulle tracce di Lapadula e Simeone. Il primo è più vicino al Torino e sostituirebbe Belotti destinato probabilmente a qualche club prestigioso mentre Lapadula sembra in procinto di trasferirsi al Genoa con Simeone che prenderebbe il posto di Kalinic a Firenze.

Kalinic ha dimostrato affidabilità e concretezza e il Milan lo vorrebbe proprio per far crescere con calma Andrè Silva. Il croato arriverebbe per circa 20 milioni e firmerebbe un triennale a 2 milioni netti a stagione, nettamente più ricco rispetto a quello in essere a Firenze dove percepisce 1,2 milione netto.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*