Corioni contro Mazzarri

Il dopo Napoli-Brescia infiamma ancora il dibattito per il presunto rigore su Maggio.

Corioni, patron del Brescia, va giù duro nei confronti di Mazzarri definendo i suo comportamento “vergognoso”. Per il presidente bresciano infatti l’arbitro ha diretto bene la gara non abboccando al “volo” di Maggio che cade in area dopo un contatto con Accardi.

Quello che non è piaciuto è stata la reazione del tecnico del Napoli che ancora una volta ha esagerato con le proteste guadagnandosi la espulsione.

Secondo Corioni determinati comportamenti non fanno altro che aizzare i tifosi e andrebbero limitati al massimo anche perchè la “nitidezza” del fallo non c’era affatto.

I più maligni sostengono che il Brescia sia stato in un certo senso “risarcito” per l’errore di domenica scorsa col Lecce quando fu annullato un gol regolare a Caracciolo ma la verità è che quasi nessuno degli addetti ai lavori avrebbe assegnato il penalty al Napoli.

Le televisioni hanno sviscerato l’episodio nei minimi particolari e per il 90% dei commentatori non è Maggio a subire il fallo bensì a farlo andando a sbattere sull’anca di Accardi.

Il discorso è comunque più ampio: può una squadra come il Napoli, vera rivelazione dell’anno, attaccarsi ad un rigorino (inesistente) per battere il Brescia in casa?

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*