Preziosi, condanna confermata

Per la Corte d’Appello di Genova Enrico Preziosi si rese protagonista di frode sportiva durante il campionato 2004-2005 in relazione alla partita Genoa-Venezia.

Così è stato deciso dalla Corte che ha emesso sentenza di condanna nei confronti del presidente rossoblu comminando allo stesso una pena di 4 mesi che però Preziosi non sconterà perchè condonati.

L’episodio in questione è quello della famosa “valigetta” che conteneva denaro per “aggiustare” la partita Genoa-Venezia e che costò la retrocessione in C1 del Grifone.

Assolto il figlio di Preziosi, Matteo, il direttore sportivo dei rossoblu Capozzucca e Dal Cin, all’epoca presidente del Venezia, per non aver commesso il fatto.

Condannati tutti in primo grado a 4 mesi, Matteo Preziosi, Dal Cin e Capozzucca sono stati assolti perchè la Cassazione aveva già ritenuto inammissibili le intercettazioni telefoniche che “incastravano” gli imputati ma il procuratore generale Cavadini Lenuzza aveva avanzato nuova richiesta di condanna per Enrico Preziosi che ha sortito i suoi effetti.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*