Choc a Bari, aggrediti Ventura e Angelozzi

Choc a Bari, aggrediti Ventura e Angelozzi. Alla ripresa odierna degli allenamenti la contestazione nei confronti del tecnico e del direttore sportivo è divampata all’improvviso, complice la dura e amara sconfitta di Brescia che ha dato probabilmente il colpo di grazia ai biancorossi.

Nel pomeriggio i tifosi, assiepati a bordo del campo antistante lo stadio San Nicola, hanno dapprima inveito contro alcuni giocatori e poi si sono scagliati contro Ventura e Angelozzi.

Gli ultrà biancorossi, che chiedono in coro le dimissioni dell’allenatore e dell’ex direttore sportivo del Lecce, rimproverano al primo scarsa determinazione e al secondo un mercato di basso profilo nonostante gli arrivi a gennaio di Okaka, Rudolf, Glik e Huseklepp.

La rabbia di alcuni dei sostenitori baresi presenti si è concretizzata prendendo a calci e pugni l’auto su cui viaggiavano Ventura e Angelozzi.

A questo punto è necessario fare il punto della situazione da parte di Matarrese, sempre convinto che non servirebbe a nulla il cambio della guida tecnica come peraltro sostenuto pochi giorni orsono in occasione della conferenza stampa tenuta a seguito dello scoppio di una bomba carta sotto la sua abitazione.

Certo le colpe della classifica del Bari non sono addebitabili solo a Ventura e Angelozzi ma anche ad un serie anomala di infortuni e al rendimento non soddisfacente di alcuni giocatori però è indubbio che chiudere il mercato estivo senza un difensore centrale di rendimento o una punta che garantisse 15 gol stagionali è stata una grave mancanza se si vuole competere nella massima Serie.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*