Serie A – 22ma giornata: le ultimissime dai campi

Serie A : ecco le nostre “fantadritte” per il 22mo turno di campionato.

BOLOGNA-ROMA.

Della Rocca: tutti si aspetteranno Di Vaio e lui potrebbe “agire” indisturbato. Ha un buon piede che potrebbe dar fastidio alla Roma.

Simplicio: alterna prestazioni ottime ad altre da dimenticare ma in trasferta è risultato spesso decisivo.

BRESCIA-CHIEVO.

Caracciolo: il Brescia dipende dai suoi gol per salvarsi e ultimamente sta deludendo un pò troppo. In cerca di riscatto.

Bogliacino: messo dietro le punte può far male, da provare.

CAGLIARI-BARI.

Biondini: quantità e qualità. Il 6,5 è garantito e potrebbe arrivare anche qualche bonus.

Rudolf: il ragazzo si è ben inserito e per le sue caratteristiche dovrebbe ben esprimersi in trasferta. A Torino ha timbrato, potrebbe ripetersi a Cagliari.

CATANIA-MILAN.

Mascara: segna quando meno te lo aspetti e con le grandi si esalta.

Pato: ha dato segni di risveglio in Coppa Italia e con i “lunghi” Spolli e Silvestre potrebbe andare a nozze.

GENOA-PARMA.

Palacio: è l’unico dell’attacco genoano a garantire un buon rendimento anche se l’intesa con Floro Flores è da perfezionare.

Angelo: giocherà come esterno alto e ha dimostrato di saperci fare sotto porta.

INTER-PALERMO.

Lucio: quest’anno è ancora a secco e di solito un paio di reti le realizza in stagione. Può cominciare domenica.

JUVENTUS-UDINESE.

Krasic: non è nel miglior periodo di forma ma è l’unico che al momento può combinare qualcosa dalla trequarti in avanti.

Armero: è un ala velocissima, bel problema per Grygera e Grosso.

LAZIO-FIORENTINA.

Mauri: la Lazio è in emergenza ma è in queste situazioni che emerge la qualità del giocatore.

D’Agostino: per lui è come un derby, si vorrà far valere.

 

LECCE-CESENA.

Jeda: farà da spalla a Di Michele ma deve riprendere a segnare per dare la svolta alla squadra.

Giaccherini: la sua velocità metterà in crisi i non velocissimi difensori salentini.

NAPOLI-SAMPDORIA.

Cannavaro: ad inizio stagione era partito fortissimo in zona gol, chissà che non gli venga di nuovo voglia di gonfiare la rete.

Macheda: è ancora giovanissimo ma non ha entusiasmato da quando è venuto a Genova. La stoffa c’è ma è ora di metterla in mostra.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*