L’Inter vince ai rigori e va in semifinale

L’Inter ritorna a vincere col Napoli, anche se solo ai rigori, e conquista la semifinale di Coppa Italia.

Nonostante lo 0 a 0 nei 120 minuti però la gara è piacevole con attacchi da ambo le parti.

Il Napoli non ha nessun timore reverenziale e addirittura nel primo tempo si porta in vantaggio con Cavani ma il guardalinee giustamente annulla per fuorigioco dell’attaccante uruguaiano.

I più attivi sono Maggio e Lavezzi per il Napoli ed Eto’o per l’Inter che trova scarsa collaborazione in un Pandev poco incisivo.

Il primo tempo si chiude a reti inviolate e nel secondo tempo le squadre provano a dare il colpo del ko ma invano.

E’ più pericoloso il Napoli (occasioni per Cannavaro, Maggio ed Hamsik) anche se il risultato non si schioda dallo 0 a 0.

Nei tempi supplementari i padroni di casa provano a spingere di più (occasionissima di Lavezzi ma Castellazzi si supera) con l’Inter che sembra tendere più al contenimento del risultato (ci prova solo Eto’o da fuori area).

Il Napoli nel secondo tempo supplementare reclama anche un rigore per un intervento di Motta su Cavani ma per l’arbitro è tutto regolare.

Poco prima della fine del secondo tempo supplementare è Ranocchia ad avere sulla testa la chance del definitivo vantaggio ma il pallone vola alto sulla traversa.

Si va ai rigori e a tradire il Napoli è proprio quel giocatore che dovrebbe raccogliere l’eredità di Maradona, Lavezzi, che calcia in curva il suo penalty mentre Chivu, ultimo rigorista dell’Inter, non sbaglia.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*